home‎ > ‎NEWS‎ > ‎NEWS_archivio‎ > ‎

Caparra confirmatoria - acconto prezzo

pubblicato 15 feb 2012, 09:16 da Luca Campana   [ aggiornato in data 16 feb 2012, 00:34 ]
Segnalo l'interessante Studio n.185-2011/T del 30/01/2012 pubblicato dal Consiglio Nazionale del Notariato sulla tassazione della caparra confirmatoria nei contratti preliminari.

In sintesi. Ove la clausola contrattuale sia formulata nel senso di attribure alla dazione di denaro anche ed immediatamente una funzione di acconto del prezzo, tale dazione - secondo l'Agenzia delle Entrate e la giurisprudenza tributaria prevalente - sarebbe subito assoggettabile ad IVA (nel caso di cessioni con IVA) o sconterebbe (nel caso di cessioni non soggette ad IVA) la tassazione proporzionale del 3% a fronte della minor imposta pari allo 0,50%.

In sede di redazione del contratto preliminare, quindi, vi è da porre la massima attenzione sulla formulazione della clausola in questione tenuto anche conto che, in caso di ambiguità, prevarrebbe il trattamento fiscale più gravoso.